Rottamazione quater: come presentare la domanda di adesione

Seguici sui nostri social

Così come previsto dalla Legge di Bilancio 2023, è possibile aderire alla rottamazione quater relativamente ai debiti che si ha col Fisco, in modo tale da mettere in campo una definizione agevolata dei dati affidati all’Agenzia di riscossione. È possibile aderire alla rottamazione da quando l’Agenzia di riscossione ha attivato il servizio per richiedere la definizione agevolata. Nel caso vogliate fare la richiesta di rottamazione quater, è necessario rivolgervi a un esperto in tenuta contabilità come colui che trovate presso lo studio Salvati di Roma.

La procedura di domanda per la rottamazione quater

Per presentare la domanda di rottamazione quater è possibile andare sul sito dell’Agenzia di riscossione e utilizzare il servizio online. Il servizio non richiede la necessità di avere credenziali di accesso, bisognerà però avere a portata di mano i numeri identificativi degli avvisi delle cartelle che si vogliono includere nella domanda di rottamazione. Per farvi guidare in questi passaggi è opportuno rivolgervi all’esperto dello studio Salvati di Roma, cioè lo studio commercialista di Prati, così da ottenere poi l’agevolazione più facilmente.

La scadenza per le domande di rottamazione quater

Per presentare domanda di rottamazione quater c’è tempo fino al 30 aprile 2023. Infatti, l’adesione alla rottamazione è proprio entro tale data. Poi bisognerà pagare entro il 31 luglio 2023 in un’unica soluzione oppure in un massimo di 18 rate. Per avere contezza delle procedure da applicare e le scadenze da rispettare, è bene rivolgersi a un esperto in tenuta contabilità in Prati a Roma, ovvero il commercialista dello studio Salvati, che saprà guidarvi in tal senso.

Altri articoli del blog

Contattaci!